Qui si ritrova il calore della gente di campagna.
Le pietre hanno un’anima e le persone che ci lavorano una missione. Sono contadini-custodi di un mondo rurale genuino.
Tutto segue il ritmo della natura, il corso delle stagioni, la semplicità e la qualità.
Ci piace avere le mani sporche di terra, lavorare duro per difendere l’eredità del passato, salvaguardare i saperi e i sapori di un tempo. Trasmettere ai giovani gli insegnamenti dei vecchi e riproporre le ricette antiche.

La nostra storia
Si perde nella notte dei tempi: fu statio romana, luogo di sosta di pellegrini e viandanti. Intorno ci sono tracce dell'antica strada, tombe messapiche, torri colombaie, grotte basiliane, cripte e frantoi ipogei.

Azienda agricola
Azienda zootecnica

Azienda agrituristica
Sulla Serra di Supersano, protetto dall'antico Bosco Belvedere, Le Stanzie è un luogo fuori dal tempo con una cucina genuina: verdure dell'orto, pasta, pane, carni e formaggi prodotti in casa.

I nostri prodotti

Da noi si trovano prodotti di altissima qualità e si ha la certezza di mangiar sano.
Il paniere è ricco e vario.

Olio di oliva Le Stanzie
Olio di oliva Le Stanzie

OLIO

Nel rispetto della natura e della tradizione, produciamo un ottimo olio extravergine di oliva che utilizziamo nella nostra cucina. Proponiamo, inoltre, una selezione di oli di aziende olivicole di Supersano che utilizzano processi di lavorazione e tecnologie innovative per conservare tutte le caratteristiche organolettiche e garantire una produzione di alta qualità.

Non mancano i saponi a base di olio realizzati da un’azienda locale.

Friselle Le Stanzie
Friselle Le Stanzie

PANE E FRISELLE

Si sente il profumo del pane fatto in casa. Anna e Consiglia impastano la farina, soprattutto di grano Senatore Cappelli, con acqua e lievito madre. Dopo lunga lievitazione, il pane viene infornato da Mauro nel forno a legna antichissimo e cotto per un’ora e mezza. Dorata la crosta e morbida la mollica, davvero squisito.

Non andate via senza comprare le nostre friselle, il piatto freddo dell’estate salentina: hanno la forma di una ciambella senza buco, sono di grano duro e vengono cotte, spaccate a metà, nel forno a legna. Per mangiarle bisogna immergerle in acqua e condirle con olio, sale, origano e pomodorini. Un’esperienza da provare.

Legumi Le Stanzie
Legumi Le Stanzie

LEGUMI

Nella nostra dispensa trovate diverse varietà di legumi, tutti tipici salentini, coltivati con amore e pronti per arricchire la vostra dieta di proteine e fibre, un’ottima alternativa alla carne.
Dal Cece nero al Fagiolo bianco.
E ancora, Fagiolo con l’occhio, Lenticchia e Cicerchia.

Leggi tutto >>

Passata di pomodoro Le Stanzie
Passata di pomodoro Le Stanzie

PASSATA DI POMODORO

Si sente tutto il sapore del pomodoro nelle nostre passate. Potete scegliere tra la Passata di pomodoro rosso o quello giallo, più delicato e adatto anche ai primi piatti a base di pesce.

Formaggi Le Stanzie
Formaggi Le Stanzie

FORMAGGI

Potete scegliere tra i formaggi freschi, come la ricotta e la giuncata o i semistagionati, prodotti con il nostro latte e lasciati riposare nell’antica cisterna. Novità il gelato artigianale, a base di fichi e latte di mucca, davvero squisito.

Confetture Le Stanzie
Confetture Le Stanzie

CONFETTURE

Marmellate di arancia e limone, confetture di gelsi, mele cotogne, uva malvasia e fichidindia. Sono perfette per iniziare la giornata con una colazione sana o con una merenda genuina, a base di torte e crostate, ripiene della nostra marmellata.

News ed Eventi

Rai 3 scopre Le Stanzie

Il buon cibo salentino e gli antichi mestieri sono andati in onda nell’autunno 2015 su RAI 3 nella trasmissione “Ulisse – il piacere della scoperta” condotta da Alberto Angela. Il 6 e 7 settembre la troupe, guidata dalla regista Francesca Bonanni, è stata nella nostra masseria e ha girato una puntata del programma. I collaboratori de Le Stanzie, vestiti in abiti di scena, hanno raccontato la quotidianità di un mondo rurale verace, che loro rappresentano e custodiscono: i contadini, le massaie, il fornaio, il casaro, i vignaioli. Luciana ha preparato il primo sale e la giuncata, Mauro ha infornato il pane di grano Senatore Cappelli, Consiglia ha fatto vedere come impastare la pasta fresca, Giorgio e Antonio hanno raccolto i pomodori gialli. Nel trappeto, dove un tempo si produceva l’olio, di cui sono testimoni la macina e i torchi alla calabrese e alla genovese, il casaro Alessandro ha raccontato e preparato la burrata, formaggio fresco di latte vaccino  a pasta filata, con all’interno panna e stracciatella (mozzarella sfilacciata).

News e eventi

Ricevi la Newsletter